Friday 21 october 5 21 /10 /Ott 19:54

Le informazioni contenute in un messaggio METAR sono interpretabili se si conosce il codice con cui viene emesso. Di seguito, è presentata la spiegazione della decodifica di un messaggio generico partendo da un esempio.

 

Si prenda in considerazione il seguente bollettino METAR:

 METAR LICC 211920Z 29003KT 9999 SCT030 SCT080 17/13 Q1020

                       (1)              (2)               (3)              (4)   (5)               (6)                       (7)         (8) 

 

(1) Un messaggio METAR inizia sempre con le 4 lettere del codice ICAO della stazione meteorologica da cui viene emesso il bollettino. Nell'esempio, il codice ICAO è "LICC", che indica l'Aeroporto di Catania Fontanarossa.

 

(2) Poi, ci sono 6 numeri in sequenza che terminano con una "Z". Essi indicano:

- i primi 2 numeri, il giorno del mese corrente;

- i successivi 4 numeri, l'ora e i minuti in cui è stato emesso il bollettino, ma l'osservazione meteorologica è stata effettuata nei 10 minuti precedenti;

- la "Z", il tempo UTC, cioé quello relativo al meridiano di Greenwich.

Nel nostro caso, si tratta del giorno 21 del corrente mese (ma il mese non è mai specificato nel messaggio), alle ore 19:20 (ora di Greenwich). Per cui, con ancora in vigore l'ora legale in Italia (perché si tratta del mese di Ottobre), a Catania il bollettino è stato emesso alle ore 21:20 ed espone la situazione meteorologica osservata tra le 21:10 e le 21:20 (cioé, tra le 19:10 e le 19:20 UTC).

 

(3) In seguito, ci sono 5 numeri consecutivi, terminanti con "KT". Essi indicano:

- i primi 3 numeri, la direzione del vento (arrotondata ai 10° più vicini nella rosa dei 360°);

- i successivi 2 numeri, l'intensità media del vento (espressa in nodi), calcolata durante i 10 minuti di osservazione;

- "KT", l'unità di misura, cioé il nodo, che in inglese è detto KnoT.

 

Ci sono molte varianti di questa parte di codice.Infatti, ad esempio, in Russia l'intensità del vento è espressa in metri al secondo m/s e l'unità di misura quindi cambia da "KT" in "MPS".

Altra unità di misura che è possibile trovare sono i chilometri orari Km/h, identificati con "KMH".

Oppure, la direzione del vento può essere in continuo cambiamento (come nel caso di un temporale), risultando impossibile determinarla, e a quel punto non viene indicata alcuna direzione, ma vengono sostituiti i 3 numeri di direzione con la dicitura "VRB", che significa variabile (VaRiaBle): in questo caso, si dice che la direzione del vento "sbandiera". Normalmente, la dicitura "VRB" viene usata quando si verificano le seguenti due condizioni contemporaneamente:

a) la direzione del vento cambia per un settore maggiore o uguale a 60°

b) l'intensità media del vento supera i 3 nodi (>3kt).

In caso di vento assente, si troverà scritto: "00000KT".

Un'altra variante è l'introduzione della lettera "G", dopo i primi 5 numeri, seguita da altri 2 numeri e dall'unità di misura "KT", cioé genericamente xxxyyGzzKT (esempio: 04007G19KT). Questo tipo di formulazione avviene quando si verificano contemporaneamente le due seguenti condizioni: 

a) sono presenti raffiche di vento

b) la variazione della velocità del vento é maggiore o uguale a 10 nodi (>10kt) rispetto alla velocità media del vento, per una durata di tempo maggiore di 3 secondi.

In questo caso, in numeri yy indicano la velocità media del vento, mentre i numeri zz la velocità delle raffiche.

Un'ultima variante è la formulazione "/////KT" che si verifica quando non sono disponibili i dati di direzione e velocità del vento.

 

(4) Seguono 4 numeri che indicano la visibilità minima orizzontale a livello del suolo nei 360°, espressa in:

metri, se la visibilità è inferiore ai 5000m,

- kilometri, se la visibilità è compresa tra i 5000m e i 10000m.

Con la dicitura "9999" si indica una visibilità oltre i 10000m.

Gli arrotondamenti per difetto eseguiti su questo valore sono:

  • di 50m, se la visibilità è compresa tra i 0 e i 500m;
  • di 100m, se la visibilità è compresa tra i 500m e i 5000m;
  • di 1000m, se la visibilità è compresa tra i 5000m e i 10000m.

Quindi per una visibilità inferiore ai 50m, la dicitura sarà "0000".

 

(5) Eventualmente, è possibile affiancare una coppia di lettere a questi 4 numeri (ma nel caso dell'esempio non ci sono) per indicare i fenomeni atmosferici al suolo.

Alcune coppie di lettere utilizzate sono:

BR = BRuma umida (mist), per visibilità comprese tra i 1000m e i 5000m e umidità relativa superiore all'80%

DS = tempesta di polvere (Dust Storm)

DU = polvere con visibilità inferiore ai 5000m (DUst)

DZ = pioviggine (DriZzle)

FC = tornado d'aria o tromba d'acqua (Funnel Cloud)

FG = nebbia (FoG), per visibilità inferiori ai 1000m

FU = FUmo con visibilità inferiore ai 5000m (smoke)

GR = GRandine (hail)

GS = Grandine lieve (Soft hail)

HZ = foschia (HaZe)

IC = cristalli di ghiaccio (diamond dust)

PE = chicchi di ghiaccio (ice PEllets)

PO = mulinelli sviluppati di polvere/sabbia (well developed dust/sand whirls)

RA = pioggia (RAin)

SG = grani di neve (Snow Grains)

SA = sabbia con visibilità inferiore ai 5000m (SAnd)

SN = neve (SNow)

SQ = tempesta equatoriale (SQuall)

SS = tempesta di sabbia (Sand Storm)

TS = temporale (ThunderStorm)

VA = cenere vulcanica (Vulcanic Ash).

 

(6) Segue poi una serie di gruppi di 3 lettere e 3 numeri, che indicano la copertura nuvolosa. In particolare:

- le 3 lettere, il tipo di copertura nuvolosa;

- i 3 numeri, l'altezza delle nuvole (in centinaia di piedi) a partire dalla superficie della stazione meteo.

 

 

Nota: è possibile trovare al posto dell'intero gruppo "visibiltà + fenomeni atmosferici + copertura nuvolosa" la dicitura "CAVOK", che sta per Ceiling And Visibility are OK, cioé limite superiore e visibilità sono OK, quando si verifica una particolare condizione meteorologica: visibilità superiore ai 10000m, nessuna precipitazione né nubi sotto i 5000 piedi (circa 1500m).

 

(7) Ci sono poi 2 numeri, lo slash ("/") e altri 2 numeri, che rappresentano il gruppo delle temperature. Essi indicano:

- i primi 2 numeri, la temperatura dell'aria effettiva al suolo;

- gli altri 2 numeri, la temperatura di rugiada (cioé il punto di condensazione del vapore acqueo presente nell'aria): ciò significa che al di sotto di questa temperatura si verificherà il processo di sottoraffreddamento (detto anche sopraffusione ed è il raffreddamento di un liquido al di sotto della sua temperatura di solidificazione, senza che avvenga effettivamente la solidificazione stessa), che provoca nebbia e foschia

Le temperature negatie sono precedute da una "M" e non dal segno "-".

Il segno "-" viene utilizzato per indicare l'intensità dei fenomeni.

 

(8)  Infine, una "Q" seguita da 4 numeri, che rappresentano il gruppo della pressione.

I 4 numeri indicano la pressione atmosferica dell'aeroporto riportata alla superficie del livello medio del mare, detta QNH, misurata in hectoPascal.

(to be continued...)

Di Gianluca Di Napoli - Pubblicato in : Meteorologia - Community : Aviazione
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Friday 21 october 5 21 /10 /Ott 15:55

L'Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM), in inglese World Meteorological Organization (WMO), è un organizzazione intergovernativa costituita da 189 Stati e Territori Membri ed è l'agenzia dell'ONU specializzata per la meteorologia, l'idrologia operativa e le relative scienze geofisiche.

WMO-building.jpg

 

Il suo quartier generale si trova a Ginevra, in Svizzera.

 

L'OMM-WMO risulta essere l'ente portavoce dell'ONU su argomenti quali: lo stato e il comportamento dell'atmosfera terrestre, la sua interazione con gli oceani, il clima che produce e la conseguente distribuzione di acqua (come: pioggie, nevicate, ecc.).

 

L'OMM-WMO suddivide la Terra in 6 Regioni:

  • Regione 1: comprende l'Africa
  • Regione 2: comprende l'Asia
  • Regione 3: comprende il Sud America
  • Regione 4: comprende il Nord America, l'America Centrale e le Isole Caraibiche
  • Regione 5: comprende l'Oceania e le isole del Sud-Ovest Pacifico
  • Regione 6: comprende l'Europa

Nota: l'Antartide non è compreso nelle Regioni.

 

 

Per standardizzare le osservazioni meteorologiche, l'OMM-WMO utilizza numerosi codici per la rappresentazione e lo scambio di dati meteorologici, oceanografici e idrologici.

I codici tradizionali, come SYNOPCLIMAT e TEMP, sono basati su caratteri (quali lettere e numeri) e sulla posizione di essi. Codici di ultima generazione (come BUFRCREX e GRIB) sono progettati per la portabilità, estensibilità e universalità.


1239760 f7040e98Siccome il tempo, il clima e il ciclo dell'acqua non conoscono confini nazionali, la cooperazione internazionale su scala globale è fondamentale sia per lo sviluppo della meteorologia e dell'idrologia operativa sia per raccogliere benefici dalle loro applicazioni.

L'OMM-WMO fornisce i principi generali per questo tipo di cooperazione internazionale e la promuove sia istituendo delle reti basate sulle osservazioni meteorologiche, idrologiche e geofisiche, sia operando lo scambio, il processamento e la standardizzazione dei dati, sia assistendo il trasferimento tecnologico e la ricerca.

Inoltre incoraggia la collaborazione tra i Servizi Meteorologici e Idrologici Nazionali di ciascun Stato o Territorio Membro e promuove l'applicazione di meteorologia ai servizi meteorologici pubblici, all'agricoltura, all'aviazione, alla navigazione, all'ambiente e al tentativo di minimizzare gli impatti dei disastri naturali.

Infatti, da quando è stata istituita, l'OMM-WMO ha giocato e gioca un ruolo unico sulla Terra nel monitorare e proteggere l'ambiente attraverso i suoi programmi e nel contribuire alla salvezza e al benessere dell'umanità, in collaborazione con altre agenzie ONU e i Servizi Meteorologici e Idrologici Nazionali.

Sotto la direzione dell'OMM-WMO, i Servizi Meteorologici e Idrologici Nazionali contribuiscono sostanzialmente alla protezione della vita e delle proprietà contro i disastri naturali, alla salvaguardia dell'ambiente e all'aumentare il benessere sociale ed economico di tutti i settori della società in aree come la sicurezza del cibo, le risorse d'acqua e i trasporti.

 

Per quanto riguarda i rischi e pericoli collegati al tempo, al clima e all'acqua, che costituiscono il 90% di tutti i disastri naturali, i programmi dell'OMM-WMO forniscono informazioni vitali come allarmi anticipati che salvano vite e riducono danni alle proprietà e all'ambiente.

L'OMM-WMO contribuisce anche a ridurre gli impatti dei disastri provocati dall'uomo, come quelli associati agli incidenti nucleari e chimici, al fuoco forestale e alla cenere vulcanica.

 

Vari studi hanno mostrato che, a prescindere dagli incalcolabili benefici al benessere umano, ogni dollaro investito nei servizi meteorologici e idrologici produce un ritorno economico molto maggiore, di circa 10 volte o più.

WMO.jpg

Di Gianluca Di Napoli - Pubblicato in : Meteorologia - Community : Aviazione
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Thursday 20 october 4 20 /10 /Ott 22:34

Elenco delle stazioni meteorologiche italiane con i rispettivi codice sinottico (per l'identificazione WMO) e codice ICAO.

Cliccando sul nome di una stazione meteorologica, si apre la pagina del sito del servizio meteorologico statunitense NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) dedicata a quella stazione, in cui sono riportati tali codici e anche altri parametri, quali la sua posizione in latitudine e longitudine, la sua altezza dal livello del mare, ecc..

Stazione meteo

Codice sinottico

Codice ICAO
Albenga 16122 LIMG
Alghero 16520 LIEA
Amendola 16261 LIBA
Aosta 16054 ----
Arezzo 16172 LIQB
Aviano 16036 LIPA
Aviano Usaf 16037 LIYW
Bari / Palese Macchie 16270 LIBD
Bergamo / Orio Al Serio 16076 LIME
Bologna / Borgo Panigale 16140 LIPE
Bolzano 16020 LIPB
Bonifati 16337 LIBW
Brescia / Ghedi  16088 LIPL
Brescia / Montichia ----- LIPO
Brindisi 16320 LIBR
Cagliari / Elmas 16560 LIEE
Calopezzati ----- LICM
Campobasso 16252 LIBS          
Capo Bellavista 16550 LIEB          
Capo Caccia 16522 LIEH          
Capo Carbonara 16564 LIEC          
Capo Frasca 16539 LIEF          
Capo Mele 16153 LIMU          
Capo Palinuro 16310 LIQK          
Capo S. Lorenzo 16542 LIEL          
Capri 16294 LIQC          
Carloforte 16548 ----          
Catania / Fontanarossa 16460 LICC 
Catania / Sigonella 16459 LICZ          
Cervia 16148 LIPC          
Civitavecchia 16214 LIQJ          
Comiso As Usaf ----- LICB          
Cozzo Spadaro 16480 LICO          
Crotone 16350 LIBC          
Cuneo / Levaldigi ----- LIMZ          
Decimomannu 16546 LIED          
Dobbiaco 16033 LIVD          
Dova Area Control Center ----- LIPP          
Enna 16450 LICE          
Falconara 16191 LIPY          
Ferrara 16138 LIPF          
Firenze / Peretola 16170 LIRQ          
Fonni 16538 LIEN          
Forli 16147 LIPK 
Frontone 16179 LIVF          
Frosinone 16244 LIRH          
Fucino 16227 ----          
Gela 16453 LICL          
Genova / Sestri 16120 LIMJ          
Gioia Del Colle 16312 LIBV          
Govone 16116 ---- 
Gran Sasso Mountain Range ----- LIQI          
Grazzanise 16253 LIRM          
Grosseto 16206 LIRS          
Grottaglie 16324 LIBG          
Guardiavecchia 16506 LIEG 
Guidonia 16234 LIRG          
Imperia 16154 ----          
Isola Di Carloforte 16549 ----          
Isola Di Palmaria 16129 LIQP 
Isola Di Salina 16415 ---- 
Lamezia Terme 16362 LICA          
Lampedusa 16490 LICD          
Latina 16243 LIRL 
Latronico 16316 LIBU          
Lecce 16332 LIBN 
M. Calamita 16197 LIRJ 
Marina Di Ginosa 16325 LIBH          
Messina 16420 LICF          
Milano / Linate 16080 LIML          
Milano / Malpensa 16066 LIMC 
Mondovi 16114 ----          
Monte Argentario 16168 LIQO 
Monte Bisbino 16072 LIMO 
Monte Cimone 16134 LIVC          
Monte Malanotte 16115 LIMY          
Monte S. Angelo 16258 LIBE          
Monte Scuro 16344 LIBQ          
Monte Terminillo 16219 LIRK 
Naples, Navsuppact ----- EQYN
Napoli / Capodichino 16289 LIRN                 
Novara / Cameri 16064 LIMN 
Novi Ligure 16118 ----          
Olbia / Costa Smeralda 16531 LIEO          
Padova 16095 ----          
Paganella 16022 LIVP 
Palermo / Punta Raisi 16405 LICJ 
Palermo Boccadifalco 16410 LICP          
Pantelleria 16470 LICG 
Parma ----- LIMP 
Passo Dei Giovi 16119 LIMV
Passo Della Cisa 16124 LIMT 
Passo Porretta 16136 ----          
Passo Rolle 16021 LIVR 
Perdasdefogu 16541 LIEP 
Perugia 16181 LIRZ 
Pescara 16230 LIBP          
Piacenza 16084 LIMS          
Pian Rosa 16052 LIMH 
Pisa / S. Giusto 16158 LIRP 
Pontecagnano Air Force Base ----- LIRI
Ponza 16280 LIQZ
Porretta Pass ----- LIQD
Potenza 16300 LIBZ
Pratica Di Mare 16245 LIRE
Preturo 16228 ----
Prizzi 16434 ----
Punta Marina 16146 LIVM
Radicofani 16204 LIQR
Reggio Calabria 16422 LICR
Resia Pass ----- LIVE
Rieti 16221 LIQN
Rifredo Mugello 16142 ----
Rimini 16149 LIPR
Roma / Ciampino 16239 LIRA
Roma / Urbe 16235 LIRU
Roma Fiumicino 16242 LIRF
Rome 16240 ----
Ronchi Dei Legionari 16108 LIPQ
S. Maria Di Leuca 16360 LIBY
S. Pietro Capofiume Molinella Bologna 16144 ----
S. Valentino Alla Muta 16008 ----
Sarzana / Luni 16125 LIQW
Sigonella, NAS ----- EQYS
Tarvisio 16040 LIVO
Termoli 16232 LIBT
Torino / Bric Della Croce 16061 LIMK
Torino / Caselle 16059 LIMF
Trapani / Birgi 16429 LICT
Trevico 16263 LIRT
Treviso / Istrana 16098 LIPS
Treviso / S. Angelo 16099 LIPH
Trieste 16110 LIVT
Udine / Campoformido 16044 LIPD
Udine / Rivolto 16045 LIPI
Ustica 16400 LICU
Venezia / Tessera 16105 LIPZ
Verona / Villafranca 16090 LIPX
Vicenza 16094 LIPT
Vigna Di Valle 16224 LIRB
Viterbo 16216 LIRV
Volterra 16164 LIQV


Di Gianluca Di Napoli - Pubblicato in : Meteorologia - Community : Aviazione
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Thursday 20 october 4 20 /10 /Ott 19:34

I bollettini sono informazioni meteo (osservazioni e previsioni a breve o brevissimo termine), emesse da stazioni situate in prossimità di aeroporti o altri luoghi di particolare interesse per la navigazione aerea.

I bollettini emessi sono i seguenti:

  • METAR (METereological Aeronautical Report): bollettino di informazioni meteo relative ad un aeroporto, con frequenza oraria (cioé ogni 60 minuti) o semi-oraria (cioé ogni 30 minuti) e le cui informazioni si riferiscono ai 10 minuti precedenti all'orario di emissione (cioé, per un METAR emesso alle ore 13:50, l'osservazione meteorologica è stata fatta tra le 13:40 e le 13:50);
  • MET REPORT: bollettino di riporto meteorologico;
  • SYNOP (SYNOPtic observation bullettin): bollettino di osservazione sinottica (un esempio di bollettino sinottico si può trovare al seguente link: http://web.romascuola.net/itaer/vaula/meteo/essynop.html );
  • AIRMET (AIR METeorological report): bollettino di osservazione meteorologica, prodotto dagli equipaggi di volo, che indica quali sono i parametri meteo pericolosi per la navigazione aerea quando si è a bassi livelli di volo;
  • Briefing orali.

 

I bollettini sono espressi con un particolare codice, che bisogna conoscere per poter interpretare le informazioni in esso contenute. Anche una sommaria conoscenza di questo codice può essere utile e, nonostante possa apparire ostico a prima vista, in realtà, con un minimo di esercitazione è possibile in breve tempo decodificare almeno le indicazioni più importanti del bollettino.

Inoltre, l'orario di emissione dei METAR fa riferimento all'ora di Greenwich.

 

Un esempio di bollettino METAR, con relativo codice, è il seguente:

METAR LIRN 201920Z 17010KT 9999 SCT015 BKN035 20/13 Q1016 .

Questo bollettino è stato emesso per l'Aeroporto di Capodichino (Napoli), alle ore 19:20 UTC (Coordinated Universal Time, cioè relativo all'ora di Greenwich) del giorno 20/10/2011 (quindi all'ora 21:20 italiana) e si riferisce alle condizioni meteo delle ore 19:10 UTC (cioé all'ora locale 21:10 di Napoli Capodichino).

La sigla LIRN indica l'Aeroporto di Capodichino secondo il codice ICAO, che è un indicatore di localizzazione della stazione meteorologica. Molte di queste stazioni, infatti, si trovano in prossimità di aeroporti.

Per chi volesse approfondire la lettura e la decodifica dei bollettini METAR, all'interno di questo blog è presente il seguente articolo: 

"Come si leggono i bollettini METAR".

 

Tramite una pagina del sito www.ufficiometeo.it, è possibile recuperare i codici ICAO di tutti gli aeroporti, nonché i loro codici sinottici, cioé i numeri di identificazione degli aeroporti secondo il codice del WMO (World Metereological Organization).

I codici ICAO sono costituiti da 4 caratteri (in lettere), mentre i codici sinottici da 5 caratteri (in numeri).. Una lista di tali codici per tutte le stazioni meteorologiche italiane è presente all'interno di questo blog, nel seguente articolo:

"Lista codici delle stazioni  meteorologiche italiane".


Di Gianluca Di Napoli - Pubblicato in : Meteorologia - Community : Aviazione
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 12 october 3 12 /10 /Ott 20:37

L'avviso per evitare il traffico (aereo) TFCAA (TraFfiC Avoidance Advice) è un metodo di controllo, basato su un suggerimento emesso da un ente ATC sulla specifica manovra che un pilota in volo VFR potrebbe compiere al fine di evitare una collisione.

Questo suggerimento viene fornito al pilota VFR quando quest'ultimo, già avvisato della presenza di traffico IFR attraverso l'Informazione di Traffico TFCI (TraFfiC Information), richiede supporto nella guida perché, a vista, non riesce a visualizzare gli altri aeromobili in volo.

Pur facendo una richiesta TFCAA, il pilota non ha l'obbligo di seguire il suggerimento ricevuto: è solo responsabilità del pilota conformarsi o meno a tale suggerimento, informando l’ente ATS riguardo la sua decisione. Il pilota può richiedere anche un suggerimento diverso da quello precedente.

Di Gianluca Di Napoli - Pubblicato in : Traffico aereo - Community : Aviazione
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti

Citazione - Quote

Che il vento ci sia favorevole...!

That the wind is favorable to us...!

(thanks to Last Exile)

Presentazione - Presentation

Categorie - Categories

Archivi - Archives

Profilo - Profile

  • Avionic Sud Consulting
  • Avionic Sud Consulting
  • consulente ingegnere aeronautica e aerospazio telecomunicazione aerea gestione traffico aereo
  • Ingegnere aerospaziale, consulente su progetti di interesse aeronautico/avionico. Contatto e-mail: g.luca_din@libero.it.

Crea un Blog - Create a blog

Calendario - Calendar

October 2014
M T W T F S S
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
<< < > >>
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati